RICARICA di vecchi calibri militari

INTRODUZIONE

Collezionare vecchi fucili militari e da tiro a cartuccia metallica, che vanno dalla fine della��800 alla��inizio del 900, puA? far venire prima voglia di provarli solo per curiositA�, che con la��andare del tempo puA? divenire passione.
Parliamo di fucili che sparano cartucce nate a polvere nera, con palla in piombo, che prima di essere usati vanno attentamente valutati nelle condizioni, non solo di originalitA�, ma anche di integritA� e robustezza. Sono tutte armi che hanno piA? di un secolo, alcune con munizionamento usato ancora oggi, altre usano cartucce ormai superate ed abbandonate da tempo.
Per la ricarica di quelle cartucce obsolete il problema piA? grosso A? trovare i componenti, soprattutto dies, bossoli e palle.

DIES

Ultimamente le piA? grosse ditte produttrici hanno in catalogo una grande quantitA� di calibri e fra questi anche quelli utilizzati da vecchi fucili da��ordinanza. Negli ultimi anni anche la LEE-PRECISION, la piA? economica tra le grandi case produttrici, ha ampliato la sua gamma e aggiunto molti di questi calibri. Per chi non riuscisse a trovare il calibro desiderato, alcune di queste ditte hanno il custom service, per richieste di tutti i generi, da cartucce obsolete a nuovi progetti.

BOSSOLI

Se per il calibro da ricaricare A? possibile usare bossoli di larga e attuale produzione,A� non ci sono problemi di reperibilitA�, la��unico inconveniente A? la formatura, che normalmente viene fatta sparando delle cartucce caricate a salve(fireforming).
Per gli altri bossoli ci sono piccole ditte che si sono specializzate nella fabbricazione di calibri desueti, anche in piccoli lotti, come la��Australiana BERTRAM o la tedesca HORNBER.

intro-foto-1

PALLE

Questi vecchi fucili sparavano cartucce caricate con palle in piombo nudo o incartate, le canne hanno rigature alte, adatte a questo tipo di palle, sparare delle palle blindate con pressioni maggiori puA? essere pericoloso, non solo per il fucile, ma anche per il tiratore.
Ci sono ditte che commercializzano palle fuse sia in piombo puro che legate con antimonio e stagno oppure rivestite elettroliticamente di rame, per i calibri piA? veloci.
Se perA? non riusciamo a trovare una palla adatta al nostro calibro dovremo attrezzarci per fonderle in proprio. La fusione casalinga comporta la��acquisto di un equipaggiamento che va dal blocchetto fondipalle, al crogiolo per fondere, al trafilatore, fino alla lega di piombo.
I blocchetti fondipalle si trovano di svariati calibri, forme e peso e dovremo solo scegliere quello piA? adatto alla nostra arma, le ditte piA? famose che li costruiscono sono: RCBS, Lyman, Saeco, Lee-Precision, queste sono affiancate da una miriade di piccole officine che lavorano anche su ordine a modelli custom come: NEI, Rapine, LBT, ecca��
Come crogiolo possiamo anche utilizzare un contenitore che regga le alte temperature, da usare sopra un fornello possibilmente alla��aperto, per evitare di respirare i fumi del piombo, altamente tossici.A�A� In commercio vengono vendute delle fornaci elettriche, di diverse dimensioni, costruite appositamente per chi fonde e che facilitano e velocizzano di molto la��operazione della fusione, da noi sono reperibili le Lyman e le Lee con resistenze a 220 Volt.
I trafilatori sono prodotti dalle stesse ditte che costruiscono i fondipalle e si trovano almeno nei diametri piA? usati divisi per millesimi di pollice, la maggior parte va usata con la��apposito ingrassatore, uno strumento che trafila la palla alla misura voluta e nello stesso tempo vi applica il lubrificante.A� Anche questo si acquista normalmente in stick ed A? composto per la maggior parte di cera e paraffina con la��aggiunta di una piccola parte di lubrificante vero e proprio, comeA� grafite, Alox, Bisolfuro di Molibdeno(MOS) ecca��A� La Lee produce trafilatori in diversi calibri che si possono montare direttamente sulla pressa da ricarica, come dei dies, dove la palla viene passata dopo essere lubrificata a mano in un contenitore con un grasso semiliquido, soluzione economica e semplice per un principiante.
La lega da fondere, che poi si trasformerA� in proiettili, puA? essere formata da piombo puro, nel caso dovessimo fare palle a fondo cavo, che allo sparo devono aderire alla canna, per intenderci come quelle ad avancarica; oppure al piombo vanno aggiunti antimonio e stagno a seconda della durezza che vogliamo dare al proiettile.
Nel mercato, che io sappia, nessuno offre lingotti giA� pronti da fondere, ognuno fa la propria lega miscelando i piA? svariati oggetti in piombo che possono essere reperiti dai rottamatori, come vecchi tubi della��acqua, pesi delle ruote, linotype per stampa, ecca��, tutto materiale sempre piA? difficile da reperire.
Alcuni tipi di proiettili richiedono la��uso del gas-check, una coppetta di rame che viene applicata alla parte posteriore del proiettile e permette di usare cariche leggermente piA? potenti, ma restando sotto i 2000 fps (650 ms) sono facilmente reperibili sul mercato, le piA? comuni fatte da Lyman e Hornady.

 

intro-foto-2

POLVERE

Secondo logica per duplicare vecchie cartucce dovremo utilizzare polvere nera, come per i colpiA� originali, il problema A? che dopo la sessione di tiro dovremo lavare con acqua calda e sapone, non solo i bossoli, ma anche la canna della��arma che abbiamo usato, con tutti i problemi che questo comporta.A�A�A� Questo lo possiamo fare qualche volta, ma per le altre sessioni io consiglierei di approntare cariche con polvere infume, naturalmente ridotte, anche rispetto a quelle originali, ma ugualmente divertenti e precise da sparare.
Normalmente questi vecchi calibri usano bossoli molto voluminosi, cosA� dovremo usare una polvere voluminosa, che riempia il piA? possibile il bossolo e che bruci bene anche a basse pressioni.A�A� Per fortuna ultimamente A? ripresa la��importazione delle polveri IMR e tra queste anche della SR 4759, una singola base molto voluminosa fatta a cilindretti con un foro centrale che ne aumenta la superficie e ne migliora la combustione anche in cartucce che lavorano con basse pressioni.A�A� Come progressivitA� A? simile alle polveri usate per cartucce magnum da pistola ed A? molto usata da chi spara palle in piombo in carabina, anche se recentemente gli viene preferita una polvere della Accurate Arms, la MP 5744, con le stesse caratteristiche, anche se A? una doppia base, ma molto piA? economica.A�A� La MP 5744 viene fabbricata dalla Lovex e da questa venduta anche con il nome di D60-01, purtroppo non A? tra quelle importate nel Nostro paese dalla TFC.
In cariche molto ridotte, dove il volume della polvere A? minimo, per uniformare il piA? possibile le pressioni e facilitarne la combustione, possiamo borrare la cartuccia con materiali come: Dacron oA�A� Kapok, che normalmente servono a riempire i cuscini.
Il borraggio non solo tiene la polvere a contatto con la��innesco, favorendo la��accensione della carica, maA� nel frattempo impedisce alla fiamma di toccare direttamente la palla, diminuendo il calore a cui A? sottoposta. Per gli inneschi io consiglio sempre i magnum, sia che si tratti di polvere nera che polvere infume.

Seguite questa rubrica perchA� celebrex for sale, Zoloft withoutprescription. periodicamente verranno pubblicatiA� i dati di ricarica per vecchi calibri militari

Copyright by Rasati Alessandro edA� Emanuele, nessuna parte di questo articolo puA? essere pubblicata senza il consenso degli autori. Per contatti scrivere a: erasati@gmail.com