8X58R Danish Krag Ricarica

8X58R Danish Krag

STORIA: I primi ad adottare questa cartuccia furono i Danesi che la camerarono nel loro Krag Mod. 1889, anche se i primi studi furono fatti da una commissione congiunta degli eserciti Svedese e Norvegese, che con la��introduzione della polvere infume, stavano cercando un piccolo calibro da adottare.

Le prime cartucce caricate dai Danesi avevano una palla camiciata round-nose da grammi 15,25 (235 grani), spinta da 5 grammi (76 grani) di polvere nera compressa a circa 485 m/s(1590 fps).

Nel 1890 la polvere nera fu sostituita da polvere infume e la palla fu ridotta di peso e portata a 14 grammi (217 grani).

Le munizioni Svedesi e Norvegesi furono subito caricate con polvere infume, usando una palla round-nose blindata da 8mm (.322 millesimi di pollice) del peso di 15,25 grammi (237 grani) lanciata alla velocitA� di 600 m/s (1986 fts).

Nel 1908 sia la Danimarca che Svezia e Norvegia adottarono una palla spitzer da 12,70 grammi (196 grani) lanciata alla velocitA� di 750 m/s (2460 fts).

La Norma fino agli anni a��60 commercializzava una cartuccia da caccia in questo calibro con palla da 12,7 grammi(196 grani) soft-point che faceva 680 m/s (2234 fps) per i cacciatori ed i tiratori che ancora la usavano nei paesi Scandinavi e molti dei quali usavano ancora dei Rolling Block.


rolling-block-svedese-dx-rid

ROLLING BLOCK SVEDESE Mod. 1867/87 cal. 8×58 RD , usato per le prove di tiro


ARMI: Prima di tutto le varie versioni di Krag Danese Modello 1889, il fucile, le carabine da fanteria, artiglieria, genio e cavalleria, in tutto circa 135.000 esemplari ed i pochi modelli 1928 da tiratore scelto; furono mantenuti in servizio fino al 1950.


rolling-block-svedese-meccanica-rid

Meccanica vista dalla��alto.

Gli Svedesi convertirono 100.000 dei loro Rolling Block in questo calibro, gli fu sostituita la canna e ritemprata la meccanica, per aumentarne la resistenza, mentre i Norvegesi convertirono alcuni dei loro Jarmann.

Non molti sanno che metA� dei fucili di preserie forniti dalla Mauser alla��esercito Svedese nel 1893 erano delle carabine camerate in 8×58 RD, non avendo ancora questi sviluppato definitivamente il 6,5×55.

CONSIGLIAMO DI FAR CONTROLLARE LE PROPRIE ARMI DA UNa��ARMIERE ESPERTO PRIMA DI USARLE.

BOSSOLI: Gli 8x58RD si possono trovare della Australiana Bertram Bullet e della Tedesca Horneber in confezioni da 20, ma possono essere anche formati con dei .45 base o ancora meglio, perchA� meno costosi, dei 45-90. Naturalmente questo richiede la��uso di un dies formatore.


dies-8x58-e-cariche-rid

buy baclofen, acquire zithromax. Dies RCBS nella loro scatola, colpi carichi e palle usate per la prova.


DIES: I piA? economici sono della CH4D, gruppo F prezzo di listino $ 78,25, vengono costruiti anche dalla RCBS gruppo G, prezzo listino $ 143,95.

La RCBS su ordine consegna anche il formatore per usare i bossoli .45 base, ma il suo costo A? proibitivo.

INNESCHI: Usare sempre i large rifle magnum, per favorire la��accensione della polvere e rendere piA? regolari i colpi.

PALLA: Anche se storicamente nessun paese ha caricato queste cartucce con palle in piombo, io consiglio vivamente il loro uso, per poter fare delle cartucce tranquille, adatte ad ogni tipo di arma. Come quasi tutti gli 8 mm, anche la�� 8×58 RD usa palle da .323, nel mercato si trovano moltissimi blocchetti fondipalle in questo calibro, nei piA? svariati pesi e nelle piA? svariate forme. Per chi non fonde puA? trovare palle in piombo giA� pronte, la NORTHWEST srl produce due palle da 8 mm, tutte e due con gas-check, una del peso di 206 grani e una del peso di 180 grani.

Personalmente uso una palla da 215 grani(13,93 grammi) con gas-check, fusa in un blocco Lyman 323471 e ingrassata con grasso al bisolfuro di molibdeno (MOS).


cartucce-8x58-ridParticolare dei colpi 8x58RD, delle palle usate a confronto con una cartuccia caricata con palla blindata.


POLVERE: Per la prova ho utilizzato un Rolling Block Svedese e visto che questa meccanica non A? il massimo della robustezza, ho utilizzato quattro cariche con la SR4759 della IMR. Questa polvere ha la caratteristica di bruciare completamente e con una certa regolaritA� anche con cariche ridotte.

Delle prime due ricariche con 20 grani in una A? stato aggiunto un borraggio di Kapoc (fibra vegetale utilizzata per la��imbottitura dei cuscini) per renderla piA? regolare, il risultato A? andato oltre le aspettative, con una SD di 5,8, anche se la velocitA� A? aumentata di circa 20 metri al secondo e la precisione A? migliorata.

La seconda carica(22,00 grani di IMR 4759) A? ancora tranquilla, ma prima di aumentarla consiglio di controllare accuratamente le condizioni del proprio fucile.

La��ultima ricarica di 24,00 grani di IMR 4759 A? da considerarsi massima per carabine con meccanica Rolling Block.

Si possono usare anche palle blindate, come facevano originariamente, ma bisogna essere molto cauti.


DATI DI RICARICA

ATTENZIONE questi dati sono puramente indicativi e studiati per una��arma specifica, non sappiamo come possono comportarsi su altre armi nello stesso calibro e tipo, perciA? sia la��autore della��articolo che la��amministratore del sito non si assumono nessuna responsabilitA� sulla��uso dei sottoscritti dati di ricarica.

8x58r-tabella-dati1

Legenda:

 

SD= Deviazione Standard, indica la differenza media tra le velocitA�, in sostanza da la regolaritA� della ricarica., A? espressa in Piedi x secondo(fps) piA? A? bassa, piA? la carica A? regolare.

ES= Extreme Spread, indica la differenza di velocitA�, sempre espressa in piedi x secondo, tra la carica piA? lenta e quella piA? veloce.

Kgm= Kilogrammetri, indica la��energia sviluppata dal colpo espressa in Kilogrammi.


8x58r-bersaglio-rid

Foto bersaglioA� 10 colpi a 100 metri.

CONCLUSIONI: Lo scatto molto pesante e le mire non fanno del Rolling Block Svedese una carabina da tiro, ma con un poa�� di pratica si possono fare dei bersagli piA? che decenti. Le ricariche usate sono tranquille e non danno un grosso contraccolpo, questo fa si che anche dopo diversi colpi non si corre il pericolo di trovarsi grossi lividi sulla spalla dove viene poggiato il calcio.

Copyright by Rasati Alessandro ed Emanuele, nessuna parte di questo articolo puA? essere pubblicata senza il consenso degli autori. Per contatti scrivere a: erasati@gmail.com